“Cyberbullismo” 12.12.2018

Il giorno 12.12.2018 a partire dalle ore 16,00 presso l’I.T.T. “A. Sangallo” in Via battisti 131 si è svolto un Convegno di Informazioni e prevenzione sul CYBERBULLISMO.

Il Convegno ha visto un’ampia partecipazione da parte di giovani, genitori, insegnanti e professionisti.

Inizialmente c’è stata testimonianza di un genitore che ha partecipato la sua esperienza dando accorgimenti ed indicazioni sull’importanza di cogliere anche le più piccole sfumature per capire le difficoltà dei nostri figli e quindi poter agire tempestivamente.

Quindi si sono susseguiti due relatori esperti del problema che da sempre aiutano e affrontano le difficoltà dei ragazzi:

Bechi Gabriele Maurizio – Psicologo centro salute mentale USL UMBRIA 2

Alessandra Ortensi – Primo Dirigente della Polizia di Stato

Il CYBERBULLISMO è un fenomeno gravissimo al giorno d’oggi ed è importante sapere tutto il possibile per prevenirlo.

Proprio perché sfrutta l’anonimato del web, alcuni ragazzi si fanno forza e sfogano le loro frustrazioni su altri coetanei con atti violenti e parole orribili.

Fino a qualche tempo fa questo fenomeno veniva sottovalutato, ma è esploso con tutta la sua violenza ed è diventato letteralmente una piaga per la società.

Per questa ragione che si è pensato ad un Convegno sull’argomento per conoscerlo in tutte le sue sfaccettature, sensibilizzare l’opinione pubblica e trovare gli strumenti per prevenirlo.

Il Convegno è stato organizzato da due Associazioni che per loro stesso statuto si occupano di minori e famiglie, punti focali dell’argomento, l’Associazione “LO Scoiattolo ONLUS” e “AGE” Associazione Italiana Genitori

 Scuola e Famiglia insieme per una migliore Accoglienza – 01.10.2016

Il giorno 1 ottobre a partire dalle ore 9,15 si è svolto il seminario dal titolo “Scuola e Famiglia insieme per una migliore Accoglienza”.

Il seminario, gratuito ed aperto a tutti ha avuto un discreto riscontro ed ha visto la “Sala Leopardi” dell’Hotel Cristallo – P.zzale D’Annunzio 43 – UDINE riempirsi di genitori adottivi, insegnanti e psicologi.

E’ stato momento di confronto molto interessante ed utile su un argomento di grande importanza come le problematiche scolastiche.

La dott.ssa Monica Nobile, pedagogista che collabora da anni con Enti pubblici e privati, ha sviluppato delle linee di indirizzo per favorire lo studio dei ragazzi adottati.

Anche la testimonianza di un genitore adottivo che ha riportato la sua esperienza è stata di grande aiuto per approfondire tutte le problematiche che i bambini affrontano nell’inserimento scolastico, sia nel rapporto con i coetanei sia con insegnanti e programmi di studio.

Accorciamo le distanze – 30.11.2015

“Accorciamo le distanze”, è la campagna nazionale di promozione del sostegno a distanza che in questo periodo di fine anno entra ufficialmente nel vivo. Promosso da ForumSad, finanziato da Fondazione con il Sud, il progetto è sbarcato in Sicilia.

Il nostro obiettivo – ha detto in conferenza Vincenzo Curatola, presidente di ForumSaD – è promuovere, attraverso il sostegno a distanza, la cultura della solidarietà che passi attraverso progetti concreti in grado di aiutare le persone in difficoltà. Ventisette in tutto i progetti in Italia, di cui 4 in Sicilia.

Per questo motivo si è svolta il 30.11.2015 una conferenza a cui hanno partecipato le 4 Associazioni siciliane che sviluppano progetti di cooperazione e sostegno a distanza per migliorare la situazione di persone in stato di disagio. I rappresentanti delle Associazioni coinvolte erano presenti con i progetti e gli obiettivi prefissi “che non hanno una scadenza prestabilita, ma un termine naturale, al raggiungimneto dell’indipendenza dei soggetti coinvolti”.

Anche “Lo Scoiattolo Onlus” partecipa alla campagna nazionale con il progetto“La distanza che unisce”: «Si tratta di un’iniziativa programmata in Cambogia, esattamente a Phonm – Penh. Il progetto prevede l’inserimento di 40 bambini ai quali verrà garantita istruzione» – ha spiegato Mary Primavera, dell’associazione “Lo Scoiattolo Onlus”, la terza da sinistra nella foto.